Mondiali ju jitsu, Portitalia sponsor del piccolo Francesco Parrinello

Un “in bocca al lupo” per la prossima partecipazione alla Coppa del Mondo di jujitsu lo ha dato il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti, al piccolo Francesco Parrinello, 10 anni, in procinto di partire per Bucarest dove a partire dal 13 settembre parteciperà all’importante manifestazione. Il legame di Francesco con il porto di Palermo è forte: i suoi genitori, Stefania e Cosimo, si sono infatti conosciuti all’interno del porto, dove continuano a lavorare, vent’anni fa. Il presidente Monti si è congratulato con loro e con Francesco per l’impegno che, ognuno nel proprio campo, dimostrano quotidianamente. Il presidente ha ribadito l’importanza dello sport nella crescita dei giovani, nell’abitudine al rispetto delle regole e alla condivisione dei valori, nella capacità di spremere i sogni e di farne uscire il succo. Presente all’incontro anche Giuseppe Todaro, presidente di Portitalia srl, impresa portuale che opera nei porti di Palermo e Termini Imerese e che ha sponsorizzato il piccolo Francesco, consentendogli di partecipare alla competizione mondiale.

Francesco Parrinello ha iniziato l’attività sportiva a cinque anni gareggiando sin dalle prime stagioni a livello regionale e nazionale e le sue prestazioni sono da posto più alto del podio. Vince a Frascati nel 2014, a soli 7 anni, in una categoria che non era la sua, la under 10-34 kg. Sale sul podio nelle Germany Open come secondo classificato. Nel dicembre 2017 si laurea campione italiano di categoria. Nel 2018 ha partecipato a competizioni regionali e nazionali salendo sempre sul podio. L’8 febbraio scorso a Bologna ha vinto la medaglia d’oro confermandosi campione italiano categoria under 12-46 kg . A giugno all’Open Italia, che si è svolto a Villagrazia di Carini, si conferma il più bravo arrivando primo perfino nella categoria under 14. Il suo sogno nel cassetto è di diventare Maestro di jujitsu della nazionale Italiana.